Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Dal mondo istituzionale e delle associazioni Il premier arrivò in Argentina per rafforzare i rapporti bilaterali tra l’Italia e l’Argentina
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il premier arrivò in Argentina per rafforzare i rapporti bilaterali tra l’Italia e l’Argentina

Buenos Aires, 15 febbraio 2016 - Matteo Renzi fu dichiarato visitatore illustre della Città; domani incontrerà Macri e si aspetta un importante annuncio.

 

Quello che fu definito dall’Cancelliere Susana Malcorra come un importante "gesto", il premier italiano Matteo Renzi arrivò oggi in Argentina e cominciò a svolgere la sua agenda, che include l’incontro con il presidente Mauricio Macri.
Come prima attività, Renzi fu accolto dal Capo del Governo porteño, Horacio Rodríguez Larreta, chi lo dichiarò visitatore illustre e gli consegno le chiavi della città.
La cerimonia ebbe luogo in piazza San Martín, assieme il cancelliere Susana Malcorra e l’ambasciatrice d’Italia, Teresa Cataldo.
Renzi –che rimarrà due giorni in Argentina- mise una corona di fiori al piede del monumento all’Liberatore José de San Martín.
Nell’ambito dell’attività nel Paese, il primo ministro d’Italia incontrerà domani il presidente Mauricio Macri in Casa del Governo.
Larreta anticipò che durante l’atto protocollare ci sarebbe stato un "un importante annuncio" di collaborazione fra entrambi i due paesi che porterà dei benefici sia alla città sia alla provincia, anche se evitò dare più dettagli finchè non inconterà Macri.
Si è filtrato che tra gli annunci potrebbe essere pure quello di riportare il Monumento a Cristoforo Colombo nel suo posto originale dietro la Casa Rosada.
Per domani (alla data in cui l'articolo è stato redatto N.d.R.) sarà riservato l’incontro con il Presidente, a cui da entrambe le parti viene attribuita grande trascendenza, tenendo conto che si tratta della prima visita di un premier italiano negli ultimi diciotto anni.

"Confidiamo pienamente che la visita di Renzi a Macri sarà l’inizio per ristabilire i forti rapporti commerciali e politici tra l’Italia e l’Argentina", espresse qualche giorno fa a La Nacion l’ambasciatrice d’Italia a Buenos Aires, Teresa Castaldo.
Fonti della Casa Rosada rilevarono che Macri e il premier italiano analizzeranno tra l’altro, in riunione riservata, la lotta contro il terrorismo, il cambio climático, l’eventuale accordo UE-Mercosur e gli investimenti italiani nel paese. Si parlerà pure di "cooperazione in agricoltura e infrastruttura", secondo fonti del Governo. (Fonte: La Nacion)



Prof. Arch. Jorge Garrappa Albani 13/02/2016
Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Altro…