You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Dal mondo istituzionale e delle associazioni Scambi tra Italia e Argentina: a La Plata la cerimonia di chiusura del progetto Svea
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Scambi tra Italia e Argentina: a La Plata la cerimonia di chiusura del progetto Svea

Il seminario svoltosi il 23 marzo scorso c/o l’Università di La Plata ha voluto creare anche un momento concreto di incontro tra: domanda e offerta delle competenze acquisite nel settore tra le attività di studio e le imprese

Si è svolto il 23 marzo scorso presso l’Università di La Plata, alla presenza del Console Generale d’Italia, di autorità locali e provinciali e degli imprenditori del settore agroalimentare del territorio, un seminario per promuovere e comunicare al sistema imprenditoriale locale, le informazioni e le competenze acquisite dagli alunni partecipanti, in Italia e in Argentina, al progetto SVEA.

Tra gli altri scopi dell’incontro: verificare l’adattabilità di tali conoscenze e competenze al territorio, testare la disponibilità delle imprese del settore a riconvertire parzialmente i propri processi produttivi; valutare gli interessi del mercato ai prodotti realizzati con processi produttivi eco-compatibili secondo standard di qualità.

Il seminario ha voluto creare anche un momento concreto di incontro tra: domanda e offerta delle competenze acquisite nel settore tra le attività di studio e le imprese; tra la domanda e l’offerta di collaborazione in tema di processi produttivi eco-compatibili e di qualità, tra le nuove imprese costituite e quelle già consolidate nel territorio.

Durante l’incontro si è svolta infine la cerimonia di consegna dei diplomi di specializzazione e di partecipazione al corso in "Esperto di qualità e esportazione dei processi produttivi eco-compatibili del settore Agro-alimentare" a tutti i giovani che hanno superato l’esame finale.

 

LA SODDISFAZIONE DEL COORDINATORE MORETTI

"Possiamo dire di aver raggiunto un obiettivo, di aver trasformato un sogno in realtà: la connessione produttiva imprenditoriale tra Italia e Argentina, e lo abbiamo fatto proprio attraverso pl progetto Svea". È con soddisfazione che Nicolas Moretti, coordinatore del programma Svea, ha partecipato nei giorni scorsi a La Plata alla consegna dei diplomi di specializzazione e di partecipazione al corso in "Esperto di qualità e esportazione dei processi produttivi eco-compatibili del settore Agro-alimentare" a tutti i giovani che hanno superato l’esame finale.

Erano presenti tra gli altri il Console Generale d’Italia, autorità locali e provinciali e imprenditori del settore agroalimentare del territorio.

"La metodologia applicata – ha proseguito Moretti - ha permesso a cittadini di origine italiana di specializzarsi nel settore. Un motore che mette in comunicazione Italia e Argentina. L’impegno è dimostrato dai fatti. Oggi il progetto SVEA ci ha permesso di individuare la realtà produttiva della regione di La Plata e di sostenere lo sviluppo di un Corridoio Agro-alimentare tra Italia e Argentina".

"Nostro obiettivo da adesso in poi – ha concluso - è continuare a coinvolgere le imprese che lo desiderino, a far parte della strategia Italia (Ue) - Argentina (Mercosur)".

 

Fonte: aise

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali