You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Dal mondo istituzionale e delle associazioni Il "Mese dell’italianità" a Tucuman
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il "Mese dell’italianità" a Tucuman

La viceconsole Margherita Cangemi ha sottolineato l’importanza della celebrazione, mentre gli allievi della scuola Galileo Galilei hanno rappresentato i diversi personaggi e protagonisti del Risorgimento e realizzato un dipinto con i colori della bandiera

Sono cominciati a Tucumán, in Argentina, con diverse attività, i festeggiamenti per il "Mese dell’Italianità". Come riferisce il locale Circolo Sardo, ieri, 2 giugno, nella sede della Società Italiana si è tenuto l’atto protocollare per i 65 anni dalla Repubblica, con la partecipazione delle associazioni regionali e di numerosi connazionali e discendenti.

 

La viceconsole Margherita Cangemi ha sottolineato l’importanza della celebrazione, mentre gli allievi della scuola Galileo Galilei hanno rappresentato i diversi personaggi e protagonisti del Risorgimento e realizzato un dipinto con i colori della bandiera. Infine una proiezione video ha ricordato la vicenda del referendum con cui 65 anni fa gli italiani scelsero tra monarchia e repubblica.

 

Oggi, 3 giugno, dichiarato in Argentina come Giorno dell’Immigrante Italiano, in omaggio alla data di nascita del Generale Manuel Belgrano, eroe dell’indipendenza argentina, ci sarà un atto commemorativo nella piazza omonima, con la partecipazione dell’Istituto Belgraniano, la banda di musica del Municipio, associazioni regionali, diverse scuole e pubblico in generale.

 

Il 7 giugno, infine, l’Ente di Cultura della Provincia di Tucumán omaggerà la numerosa collettività italiana con un concerto dell'orchestra e del coro stabili nel Teatro San Martín, il più importante della città.

 

Le attività continuerano tutto il mese di giugno.

 

Fonte. aise

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali