Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Storia ed emigrazione Sulle tracce dei caduti italo-argentini in Malvinas
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Sulle tracce dei caduti italo-argentini in Malvinas

Il nostro caporedattore in Argentina, Giorgio Garrappa Albani, rintraccia gli ufficiali, sottufficiali e soldati italo-argentini morti in combattimento durante i 74 giorni di guerra tra le Forze Armate Argentine e le truppe della Task Force britannica, nel 1982.

Dalla ricerca sorgono questi 20 deceduti o dispersi di origine italiana appartenenti all’Esercito Argentino. Eccoli qua:

Soldato Allende Jose Luis, Ri25 (Regg. Fant. 25), Leones, Cordoba.

Sottotenente Baldini Juan Domingo, Ri7 (Regg. Fant. 7), Capital Federal.

Soldato Bellinzona Diego Martin, Gada 601 (Gruppo Artiglieria Contraerea 601), Capital Federal.

Sergente Dimotta Raul Horacio, BAvComb 601 (Battaglione Aeronautico Appoggio di Combattimento 601) Goya, Corrientes.

Tenente 1° Fiorito Roberto Mario, B Av Comb 601 (Battaglione Aeronautico Appoggio di Combattimento 601), Capital Federal.

Soldato Gabrielli Fabian Mario, Esc ExplCBl 10 (Squadrone Esplorazione di Cavalleria Blindata 10), Munro, Buenos Aires.

Soldato Gattoni Alfredo, Ri7 (Regg. Fant. 7).

Soldato Giraudo Horacio Lorenzo, Ri25 (Regg. Fant. 25), Hernando, Cordoba.

Soldato Gramisci Donato Manuel, Ri7 (Regg. Fant. 7).

Soldato Gregorio Alfredo, Ri4 (Regg. Fant. 4).

Soldato Gurrieri Ricardo Mario, Gada 601 (Gruppo Artiglieria Contraerea 601), Junin, Buenos Aires.

Soldato Indino Ignacio Maria, CaComMec X (Compagnia Combattimento Meccanizzata X), Capital Federal.

Sottufficiale principale Larrosa Pedro Florentino, BLog 10 (Battaglione Logistico X).

Tenente Martella Luis Carlos, Ri4 (Regg. Fant. 4).

Sergente Montellano Hector Ricardo, CaSan 3 (Compagnia Sanita 3).

Soldato Moschen Alberto Jose, Ri12 (Regg. Fant. 12).

Soldato Palavecino Ramon Orlando, Ri4 (Regg. Fant. 4).

Soldato Pegoraro Nestor Oscar Avelino, Ri12 (Regg. Fant. 12).

Soldato Petrucelli Alberto Daniel, Ri7 (Regg. Fant. 7), Lomas de Zamora, Buenos Aires.

Soldato Ronconi Enrique Horacio, Ri7 (Regg. Fant. 7).

Soldato Serradori Juan Raul, CdoBrBI II (Comando Brig. Blindata II), Curuzu Cuatia, Corrientes.

 

Nel conflitto era pure coinvolta l’arma della Gendarmeria (Carabinieri), in questa unità ho trovato un solo caduto di origine italo-argentina:

Gendarme Treppo Juan Carlos, Esc31 (Squadrone 31), La Leonesa, Chaco.

 

D’altronde, il 2 maggio 1982, la Marina Militare argentina, subisce la perdita forse più dolorosa di tutta la guerra. Infatti, l’affondamento della Crociera da Battaglia “ARA General Belgrano”, silurato -fuori dalla zona di esclusione- dal sommergibile nucleare britannico “HMS Conqueror” si porto in fondo all’Atlantico 323 marinai. Ecco i 45 italo-argentini:

Caporale Principale Bedini Juan Domingo, Mendoza, Mendoza.

Caporale 2° Bollo Juan Carlos, Bahia Blanca, Buenos Aires.

Marinaio Casali Hector Anibal, Las Tosacas, Santa Fe.

Caporale Principale Cassano Julio Ernesto, Avellaneda, Buenos Aires.
Caporale 1° Cicotti Jorge Enrique, Rosario, Santa Fe.

Marinaio Colombo Oscar Aldo, Esperanza, Santa Fe.

Marinaio De Chiara Orlando, San Fernando, Buenos Aires.

Sottufficiale De Rosa Ruben Norberto, Santos Lugares, Buenos Aires.

Marinaio 1° Fattori Gabriel Gustavo, Merlo, Buenos Aires.

Caporale 2° Frola Mario Esteban, San Luis, San Luis.

Marinaio Gaglianone Marcelo Claudio, Capital Federal.

Marinaio Galliano Hugo Alberto, Bahia Blanca, Buenos Aires.

Sottufficiale 1° Gallo Luis Antonio, Mar del Plata, Buenos Aires.

Marinaio Gemma Carlos Leonardo, Capital Federal.

Marinaio 1° Gianotti Luis Armando, Oro Verde, Entre Rios.

Marinaio Giaretti Claudio Marcelo, Santa Fe, Santa Fe.

Marinaio Giorgi Humberto Omar, Ibicuy, Entre Rios.

Caporale 2° Grimoldi Claudio Ariel, San Nicolas, Buenos Aires.

Marinaio Grosso Claudio Norberto, Capital Federal.

Caporale Principale Guizzo Norberto Delfin, Villa Maria, Cordoba.

Caporale 2° Iselli Sergio Luis, Gualeguaychu, Entre Rios.

Marinaio Lena Juan Carlos, Lanus, Buenos Aires.

Caporale 2° Magliotti Sergio Daniel, San Pedro, Buenos Aires.

Sottufficiale 2° Mamani Justo Eustaquio, Abra Pampa, Jujuy.

Marinaio 1° Maragliano Saverio Jose, Rosario, Santa Fe.

Marinaio Marchisio Gerardo Marcelo, Pergamino, Buenos Aires.

Marinaio Martino Alberto, Capital Federal.

Marinaio Mecca Adolfo Eduardo, San Javier, Santa Fe.

Marinaio Meraviglia Ricardo Omar, San Nicolas, Buenos Aires.

Caporale 1° Meza Miguel Angel, El Dorado, Misiones.

Marinaio Miretti Gustavo Osvaldo, Rafaela, Santa Fe.

Marinaio Montegrosso Oscar Alfredo, Laguna Paiva, Santa Fe.

Caporale 2° Morando Nestor Alberto, Capital Federal.

Caporale Principale Moretto Hugo Jose, San Nicolas, Buenos Aires.

Caporale Principale Motta Oscar Alfredo, La Plata, Buenos Aires.

Marinaio 1° Pasinato Jorge Oscar, San Lorenzo, Santa Fe.

Caporale 2° Ragni Hector Osvaldo, Bahia Blnca, Buenos Aires.

Marinaio Romano Aroldo Ruben, Coronel Pringles, Buenos Aires.

Caporale 2° Tello Julio Cesar, Media Agua, San Juan.

Caporale 2° Tibaldo Rene Angel, Santa Fe, Santa Fe.

Guardiamarina Torlaschi Emilio Carlos, Bahia Blanca, Buenos Aires.

Caporale 2° Tortosa Claudio Omar, San Francisco Solano, Buenos Aires.

Marinaio Vassallo Angel Omar, Ramos Mejia, Buenos Aires.

Marinaio Villa Jose Orlando, Capital Federal, Buenos Aires.

 

Alle 22.20 ore del 10 maggio 1982, il vascello logistico della Marina Mercante argentina, BT-ARA “Isla de los Estados”, fu affondato dal fuoco della fregata britannica “HMS Alacrity” mentre operava nei presi dell’Isola Cisne, nello stretto di San Carlos. Ecco i 5 marinai italo-argentini dispersi:

Caporale di Mare Bollero Jorge Alfredo, San Lorenzo, Santa Fe.

1° Officiale Bottaro Jose Esteban Francisco, Capital Federal.

Caporale di Macchina Mina Omar Hector, Benito Juarez, Buenos Aires.

Capitano Panigadi Tulio Nestor, Capital Federal.

2° Officiale Politis Jorge Nicolas, Lujan, Buenos Aires.

 

Da altre unità dell’organico della Marina Militare sono 13 gli talo-argentini caduti in combattimento:

Sottufficiale 1° Sottomarinista Artuso Felix Oscar, Ara "Sf" (Sottomarino Santa Fe), Capital Federal.

Soldato Caviglioli Hugo Daniel, Bim5 (Batt. Fanteria di Marina 5), San Lorenzo, Santa Fe.

Caporale 2° Del Monte Ernesto Ruben, Ara "As" (ARA Anti-sottomarino), Lomas de Zamora, Buenos Aires.

Soldato D'errico Roberto Tomas, Ara "As" (ARA Anti-sottomarino), Moreno, Buenos Aires.

Capitano di Corvetta Giachino Pedro Edgardo, Aca (Comando Anfibio), Godoy Cruz, Mendoza.

Soldato Giuseppetti Sergio, Bc (Batt. Comunicazioni), General Sarmiento, Buenos Aires.

Soldato Meza Ramon Antonio, Bc (Batt. Comunicazioni), Curuzu Cuatia, Corrientes.

Guardiamarina Olivieri Claudio, Ara "As" (ARA Anti-sottomarino), Avellaneda, B. Aires.

Soldato Patrone Aldo Osmar, Bim5 (Batt. Fant. di Marina 5), Rosario, Santa Fe.

Soldato Rava Juan Francisco, Bim5 (Batt. Fant. di Marina 5), Capital Federal.

Soldato Rolla Hector Miguel, Bc (Battaglione Comunicazioni), Rosario, Santa Fe.

Soldato Scaglione Claudio Norberto, Bc (Battaglione Comunicazioni), Capital Federal.

Marinaio 1° Turano Juan Ramon, Anm (Stazione Navale Malvinas), Victoria, Entre Rios.

 

Poi ci sono i 16 italo-argentini provenienti da diverse unita dell’Aeronautica Militare che diedero la loro vita in difesa della Sovranità nazionale:

1° Tenente Bolzan Danilo Ruben, E.A.M. Crespo, Entre Rios.

Tenente Bono Jorge Alberto, IV Brig. Aerea, Cordoba, Cordoba.

1° Tenente Castagnari Luis Dario Jose, VII Brig. Aerea, General Cabrera, Cordoba.

Vice Comodoro De La Colina Rodolfo Manuel, II Brig. Aerea, Capital Federal.

Maggiore Falconier Juan Jose Ramon, II Brig. Aerea, Crespo, Entre Rios.

1° Tenente Gavazzi Fausto, V Brig. Aerea, Campana, Buenos Aires.

1° Tenente Guadagnini Luciano, V Brig. Aerea, Bahia Blanca, Buenos Aires.

Capitano Lotufo Marcelo Pedro, II Brig. Aerea, Salta, Salta.

1° Tenente Manzotti Daniel Fernando, IV Briga. Aerea, Mendoza, Mendoza.

Tenente Nivoli Mario Victor, V Brig. Aerea, Rio Tercero, Cordoba.

Tenente Volponi Hector Ricardo, VI Brig. Aerea, Tres Arroyos, Buenos Aires.

Sottufficiale Ausiliare Marizza Guido Antonino, II Brig. Aerea, San Benito, Entre Rios.

Caporale Principale Cantezano Carlos Domingo, II Brig. Aerea, Capital Federal.

Caporale Principale Cardone Miguel Angel, I Brig. Aerea, di Santa Fe, Santa Fe.

Caporale 1° Carrizo Miguel Angel, III Brig. Aerea, di Cordoba, Cordoba.

Soldato Bordon Hector Ramon, IX Brig. Aerea, di Goya, Corrientes.

 

Sui 649 caduti argentini durante il conflitto delle Isole Malvinas, gli oriundi rintracciati sono 99, cioè il 15,25 %. Tutti per via paterna. Forse qualcun altro poteva avere anche il sangue italiano dalla mamma però risulta quasi impossibile verificare questo rapporto parenterale.

Nonostante ciò, abbiamo voluto ricordare e diffondere il grandissimo contributo di sangue italo-argentino versato anche in questa guerra della fine del mondo.

 

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…