Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Brasile Articoli Dal mondo economico ed istituzionale Fenomeni speculativi intorno ai servizi consolari in Brasile Porta PD interroga Maeci e Min
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Fenomeni speculativi intorno ai servizi consolari in Brasile Porta PD interroga Maeci e Min

"Su un sito di vendite online in Brasile è comparsa l’offerta di un appuntamento con il Consolato di Curitiba per il trattamento di pratiche di passaporto al modico prezzo di 69,99 reais". A denunciare l’accaduto è Fabio Porta, deputato del Pd eletto all’estero
Fenomeni speculativi intorno ai servizi consolari in Brasile Porta PD interroga Maeci e Min

L'Onorevole Fabio Porta

L'On. Porta è anche presidente del Comitato per gli italiani all’estero e la promozione del sistema Paese della Camera, per lui "siamo, come si vede, al risvolto speculativo di servizi amministrativi che ai cittadini dovrebbero essere erogati gratuitamente e con ragionevole celerità".

"Si sapeva del mercato che in alcune località era fiorito intorno alle pratiche di cittadinanza", osserva Porta, "ora stiamo evidentemente scendendo per i rami anche verso servizi minori".
Secondo Fabio Porta "non è da escludere che la particolare capacità di alcune agenzie, dotate di strumenti elettronici sofisticati e di operatori capaci, di inserirsi nel meccanismo di prenotazione elettronico degli appuntamenti con i Consolati sia una delle ragioni del grave intasamento che i cittadini lamentano. Ma al di là di questo, non si può continuare a trascurare la necessità di intervenire con risorse, sistemi e strumenti straordinari per eliminare a monte le ragioni delle disfunzioni e della insostenibile pesantezza amministrativa che si manifesta soprattutto negli uffici consolari operanti in Brasile".
Su tutto ciò Porta riferisce oggi di aver presentato "insieme ai colleghi del PD eletti all’estero", una interrogazione ai ministri degli Affari esteri e dell’Interno "prima di tutto perché intervengano sugli episodi di cui si ha notizia" ed "in secondo luogo perché si affronti il toro per le corna e si decida di rimuovere le ragioni di fondo di tale stato di cose, rafforzando le dotazioni di personale e il livello di efficienza amministrativa dei consolati in Brasile".
"Le giacenze delle pratiche di cittadinanza sono ormai gravi e crescenti", spiega il deputato italobrasiliano, "sicché non si può più sfuggire alla necessità di costituire quelle task force che da tempo sto richiedendo cercando di indicare anche il modo di recuperare le somme necessarie".
"Ai ministri competenti" Porta ha ricordato che "in occasione della legge di Stabilità 2016 il Governo ha accolto un mio ordine del giorno, sottoscritto anche dagli altri colleghi del PD, nel quale ho chiesto che la parte principale dei fondi aggiuntivi assegnati ai consolati sia destinata al miglioramento dei servizi ai connazionali". Nello stesso ordine del giorno, ha concluso Porta, "è scritto che una quota non residuale dei 300 euro richiesti per le domande di cittadinanza sia data al Ministero degli Esteri e destinata alla contrattualizzazione di personale locale da utilizzare per elevare l’efficienza e la celerità e per riassorbire gli arretrati delle pratiche di cittadinanza".

 

http://aise.it/

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…