You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli Notizie Eusalp, presidente Fontana a Francia: lavorare su Green Economy e Clima
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Eusalp, presidente Fontana a Francia: lavorare su Green Economy e Clima

Milano 29 novembre 2019 - Si sono chiusi a Palazzo Lombardia i lavori dell'annuale Forum di Eusalp, la strategia macroregionale alpina, al quale hanno partecipato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia, il ministro francese per le politiche di coesione territoriale Jacqueline Gourault, l'assessore regionale all'Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo e i massimi esponenti della ‘Macroregione alpina’.

Fanno parte di Eusalp (EU Strategy for the Alpine Region) quattro Paesi dell’Unione Europea, Italia, Francia, Germania, Austria e Slovenia, due stati non Ue, Svizzera e Liechtenstein e 48 Regioni e Province autonome che si trovano attorno alla catena alpina: Lombardia, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia e le Province autonome di Trento e Bolzano.

La Lombardia, che ha coordinato l'anno di presidenza italiana di Eusalp, passerà il testimone alla Francia che assumerà la presidenza nel 2020.

“Quest’anno di presidenza italiana di Eusalp - ha detto il governatore Fontana nel suo intervento - è stato proficuo e ricco di iniziative. Chiediamo alla Francia, alla quale oggi cederemo il testimone, di continuare a rafforzare la Strategia e a lavorare per il perseguimento degli obiettivi che abbiamo individuato come unici indispensabili per la costruzione di uno sviluppo positivo e sostenibile dell’Europa: la green economy e i cambiamenti climatici”.

“La Strategia macro regionale Alpina propone - ha rimarcato il presidente - un progetto nuovo al quale contribuiscono tutti quei territori e quelle persone che hanno in comune qualcosa e che unendosi possono rappresentare meglio le proprie esigenze. Di questo l’Europa deve tenere conto se vuole davvero rappresentare un punto di riferimento importante per gli Stati membri e riacquistare fiducia nei cittadini”.

“Sono molto orgoglioso - ha continuato - che Eusalp stia riscuotendo sempre più successo non solo presso le istituzioni, ma anche nella società civile. Questa mattina sono andato a inaugurare la sessione dedicata ai giovani e anche lì ho respirato un’aria nuova, di partecipazione e interesse da parte di coloro che saranno i protagonisti del futuro. Con Eusalp abbiamo dimostrato che in Europa esiste un movimento che parte dal basso e lavora in modo compatto per uno sviluppo sostenibile dei propri territori. E se l’Unione Europea vuole riacquistare la fiducia e farsi sentire meno distante dai cittadini deve assolutamente tenerne conto”.

FORUM EUSALP, ASSESSORE CATTANEO A PREMIER CONTE: PRIORITÀ A NOSTI PROGETTI, EUROPA SI COSTRUISCE DAL BASSO

 

L'assessore regionale all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha aperto l'ultimo panel 'Politcal Commitment as a Driver for the Macroregional Strategies in Europe' del 'Terzo Annual Forum di Eusalp'. All'incontro erano presenti, fra gli altri, il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte e il governatore della Regione, Attilio Fontana. "Una presenza quella del premier - ha esordito Cattaneo - che sottolinea l'importanza che il Governo italiano dà a questa strategia marcoregionale delle Alpi".

Richieste al governo - Tre sostanzialmente le richieste avanzate al Governo dall'assessore lombardo. "La prima - ha spiegato Cattaneo - che le strategie macroregionali facciano parte del nuovo processo di programmazione europea e che i progetti che nascono al suo interno possano avere una sorta di priorità per l'accesso ai fondi europei. La seconda: che venga valorizzata questa idea di Europa 'dal basso' e che siano sviluppate tutte le forme di cooperazione europea. La terza: che venga affrontata con la massima serietà la sfida dal green dealy".

Eusalp: il progetto che vogliamo - L'assessore Cattaneo ha ricordato al presidente del Consiglio che il terzo Forum di Eusalp è nato in un momento particolarissimo per la vita dell'Europa. "Due giorni fa, infatti - ha detto l'assessore - è stata votata la nuova Commissione Europea. Si è dunque all'inizio del nuovo ciclo di programmazione 2020-2027. Ieri, poi, il Parlamento europeo ha votato l'emergenza climatica. Oggi - ha aggiunto Cattaneo - in Europa si percepisce il clima di un possibile nuovo inizio che può rappresentare una risposta alla sfiducia presente in numerose Istituzioni europee. Esualp può essere un esempio dell'Europa che vogliamo, perché è una strategia voluta dai territori e costruita sul lavoro e sull'impegno delle comunità locali".

 

Fonte: Lombardia Notizie

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali