You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli Notizie Milano Fashion Week, Magoni: al via domani settimana della moda, Regione in campo per far nascere 'Liceo del Made in Italy'
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Milano Fashion Week, Magoni: al via domani settimana della moda, Regione in campo per far nascere 'Liceo del Made in Italy'

Milano 16 settembre 2019 - Al via domani la 'Settimana della Moda Donna', in programma, a Milano, fino al 23 settembre. "Grazie alla fashion week e al cartellone degli eventi a essa correlati - spiega l'assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda di Regione Lombardia Lara Magoni - nei prossimi giorni gli occhi del mondo saranno puntati su Milano e sulla Lombardia, dando lustro a un settore strategico per la nostra regione".

Necessario mobilitarsi per 'liceo del made in Italy' - Proprio per questo, alla vigilia del grande evento, l'assessore conferma la necessità che "Milano e la Lombardia scendano in campo per la nascita di un 'Liceo del Made in Italy', una scuola in grado di formare le giovani leve alla cultura della moda e del design, eccellenze che ci invidiano nel mondo".

I dati dell'indotto - Il settore della moda infatti vede il capoluogo meneghino e la Lombardia primeggiare a livello nazionale: secondo i dati forniti dalla Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, tra produzione, commercio e design, sono 33.283 le imprese attive in tutta la Lombardia, con 190.151 addetti e un business di oltre 35 miliardi di euro all'anno. A fare la parte del leone, naturalmente, Milano, con 13.159 aziende e 92.155 addetti.

Milano in testa - "I numeri confermano la centralità di Milano e della Lombardia nella moda e nel design a livello nazionale e internazionale - prosegue Magoni -. La creatività trova il suo fulcro nella genialità e nel 'saper fare artigiano' di migliaia di designer, creatori, addetti ai lavori e stilisti che fanno grande la nostra Lombardia".

La 'classifica' regionale - Dopo Milano, in Lombardia, si colloca la provincia di Brescia, con 3.705 imprese del settore e 14.552 addetti.
A seguire, Bergamo (3.254 imprese, 17.830 addetti), Varese (3.168 aziende con 15.125 addetti), Como (2.445 aziende, 15.113 addetti), Monza e Brianza (2.298 imprese e 8.857 addetti), Mantova (1.723 imprese per 13.112 addetti), Pavia (1.263 aziende, 5.180), Lecco (798 imprese, 3.726 addetti), Cremona (705 imprese, 2.389 addetti), Sondrio (407 imprese, 1.121 addetti) e Lodi (358 imprese, 991 impiegati).

Lombardia centro vitale per economia nazionale - "La Lombardia dimostra notevole dinamismo e vitalità in settori in grado di creare valore e produrre ricchezza - conclude l'assessore lombardo -. La moda, con le sue produzioni, il commercio e l'attività di design, continua a dar vita a numerose opportunità occupazionali, con un forte potenziale di crescita". Un settore, dunque, che rappresenta "la linfa vitale dell'economia italiana".

 

Fonte: Lombardia News

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali