Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli Notizie Olimpiadi 2026. Fontana: nostro dossier molto bello e competitivo. Documentazione già a Losanna
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Olimpiadi 2026. Fontana: nostro dossier molto bello e competitivo. Documentazione già a Losanna

Milano 11 gennaio 2019 - Noi guardiamo in casa nostra, non ci interessa cosa sta accadendo agli altri. Andiamo avanti con il nostro dossier e, ne sono convinto, avremo buone possibilità di vincere, perché siamo forti e non perché gli altri contendenti sono deboli". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo sulla candidatura di 'Milano-Cortina 2026', a margine della presentazione del progetto 'Madecc', avvenuta oggi al Politecnico di Milano.

Il presidente Fontana ha ricordato che "il dossier presentato in queste ore a Losanna è molto bello e competitivo e piace anche al CIO". Sui tempi della decisione finale, il governatore ha confermato che, a meno di ritiri o esclusione, se ne parlerà a giugno.

Intanto, come ha ricordato il Comitato promotore per la candidatura di Milano-Cortina 2026, "Con la firma delle garanzie di Governo, il dossier per la candidatura è chiuso”.

Il contenitore con 40 chiavette con tutti i documenti richiesti, partito da Milano giovedì 10 gennaio con il treno delle 19:23, è da oggi a disposizione del Presidente del CIO Thomas Bach.

"I Giochi Olimpici della sostenibilità ecologica e finanziaria, degli impianti al 93% esistenti, degli scenari che solo le montagne dolomitiche sanno offrire – ha sottolineato in una nota il Comitato -, le Olimpiadi di nuova generazione in cui la città incontra la montagna e viceversa, sono ora pronte alla volata che porterà al voto di fine giugno".

"Con la firma del Governo – si conclude - non ci sono solo le due regioni (Lombardia e Veneto), ma un intero Paese a sostenere e alimentare un sogno".

 

Fonte: Lombardia News

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…