You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli Notizie Fontana: missione in Cina per promuovere imprenditoria e università
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Fontana: missione in Cina per promuovere imprenditoria e università

Shanghai 18 novembre 2019 - Incontri con sindaco Shanghai e presidenti banche. Nella missione istituzionale anche assessore Bilancio Caparini Confindustria, Fiera Milano e atenei al fianco della Regione.

È iniziata con l’incontro con i presidenti di ‘Bank of China Limited’, Liu Liange, e di ‘Bank of China Shanghai’, Branch Zhao Rong, la missione istituzionale in Cina del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. Che è accompagnato dall’assessore al Bilancio, Finanza e Semplificazione, Davide Caparini e da una delegazione. Composta da rappresentanti di Confindustria, Fiera Milano e delegati all’internazionalizzazione di diversi atenei lombardi.

L’obiettivo

Obiettivo della trasferta, che dopo la Cina prevede una tappa in Uzbekistan, è favorire lo sviluppo imprenditoriale lombardo e intensificare la collaborazione universitaria nel campo della ricerca.
“Con il presidente della Bank of China – ha spiegato il presidente – abbiamo parlato delle possibili sinergie in vista delle prossime edizioni delle Olimpiadi invernali a Pechino nel 2022 e a Milano-Cortina nel 2026. Per Bank of China l’industria degli sport su neve e ghiaccio è strategico ed è un ambito dove la Cina intende sviluppare con l’Italia e la Lombardia le migliori esperienze di sviluppo del settore. La Banca è sponsor delle Olimpiadi 2022 e ha anticipato l’interesse per l’organizzazione di eventi sul tema sport su neve e ghiaccio la prossima primavera a Milano e a Cortina, con il coinvolgimento di imprese”.

Ricerca e innovazione

“Abbiamo ragionato di trasferimento tecnologico, ipotizzando anche una sorta di bilaterale per quanto riguarda gli investimenti in ricerca e innovazione – ha aggiunto l’assessore Caparini – specie nel settore biomedico. Inoltre, si è convenuto di valutare una possibile collaborazione nel settore degli investimenti infrastrutturali”.

Con il sindaco di Shanghai e vicepremier

Nel pomeriggio (mattina ora italiana, ndr) il presidente Fontana ha incontrato il sindaco di Shanghai e vicepremier, Ying Yong, figura molto rilevante nello scacchiere politico nazionale.
“Si è trattato di un momento di confronto molto positivo – ha commentato il governatore – e sono lieto che il sindaco abbia espresso la volontà di promuovere a livello superiore la collaborazione fra la sua Provincia e la Regione Lombardia. L’obiettivo è promuovere ulteriormente le relazioni fra Lombardia e Shangai, a partire dalla valorizzazione dei rapporti storici già esistenti. La capitale economica cinese ha una popolazione di 32 milioni di abitanti, con un’aspettativa di vita che col tempo continua ad aumentare. Stanno pertanto iniziando ad affrontare il problema della cronicità che necessita sicuramente di investimenti in ricerca, nel campo della biomedica e della farmaceutica. Per questo sarà strategica
anche una collaborazione con il nostro polo della ricerca nel campo della scienza e vita, ‘Human Technopole'”.

Meta fondamentale

“Shangai rappresenta una meta fondamentale per il mondo dell’impresa lombarda – ha affermato Caparini -. In questo momento lavorano per caratterizzare Shangai come città di innovazione, cultura ed ecologia”. “Un settore – ha ricordato Fontana – dove la nostra regione gioca un ruolo da protagonista visto che su 1.200 imprese italiane, 650 si trovano sul nostro territorio e sono guidate da under 35”.

Salone del Mobile

Il programma della missione, che terminerà domenica prossima, prosegue a Shanghai. Dove la delegazione lombarda parteciperà all’inaugurazione del Salone del Mobile. Che è in programma, dal 20 al 22 novembre, al Shanghai Exhibition Center.

 

Fonte: Lombardia Notizie

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali