You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli Notizie Apre a Como negozio ‘for&from’ gestito da 10 ragazzi disabili di Cometa
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Apre a Como negozio ‘for&from’ gestito da 10 ragazzi disabili di Cometa

Como 20 ottobre 2019 - Assessore Rizzoli: da Regione sostegno a imprese che assumono. Nuova importante opportunità lavorativa, a Como, per 10 ragazzi disabili. Alla presenza dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, Melania Rizzoli, è stato infatti inaugurato il primo negozio di Inditex – leader nel settore calzature e accessori – in cui lavorano persone con disabilità.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’organizzazione senza scopo di lucro ‘Cometa‘ di Como, rientra tra le attività del programma ‘for and from’ che coinvolge 15 negozi e genera oltre 200 posti di lavoro per persone disabili.

Il negozio, situato nel cuore commerciale del capoluogo lariano, in via Indipendenza, ha una superficie di 270 metri quadrati distribuiti su tre piani. Offre un’accurata selezione di calzature e accessori di stagioni precedenti di tutti i marchi Inditex a prezzi ridotti.

Progetto sociale per dare lavoro a 10 ragazzi disabili

“Ho inaugurato in Italia – ha commentato l’assessore Rizzoli – il primo negozio ‘For and From’ del gruppo spagnolo Inditex, in cui sono stati assunti 10 ragazzi disabili. È un progetto sociale molto importante per l’inserimento di ragazzi con abilità diverse, che iniziano a lavorare in una struttura che speriamo si possa espandere in altre città della nostra regione. La Lombardia  sostiene sia l’impresa sia l’inserimento dei ragazzi disabili nel mondo del lavoro”.

ragazzi disabili cometa

Ragazzi disabili al lavoro in un ambiente favorevole

L’obiettivo principale del programma ‘for and from’ è creare posti di lavoro per persone con disabilità in un ambiente favorevole che ne faciliti l’integrazione sociale e promuovere, ove possibile, il loro percorso verso l’assunzione in negozi tradizionali. Questa iniziativa dispone già di un totale di 15 negozi che generano 209 posti di lavoro per persone con disabilità

“Questi ragazzi – ha sottolineato Erasmo Figini, presidente della Fondazione Cometa – hanno finalmente la possibilità di dire, per se stessi e alle loro famiglie, ho un lavoro fisso, ho la possibilità di portare a casa uno stipendio e di formarmi. Il lavoro è un grande strumento di realizzazione dell’uomo”.

Come nasce il progetto

Partendo da una donazione iniziale di Inditex per l’allestimento del negozio, il modello diventa auto-sostenibile attraverso la vendita a prezzi ridotti di articoli di stagioni precedenti da parte dell’ente sociale che lo gestisce. Gli utili ottenuti vengono investiti integralmente nei progetti sociali dell’ente coinvolto. In questo modo, la struttura diventa uno spazio commerciale di riferimento per l’inclusione, l’accessibilità e l’eliminazione di barriere.

Un negozio senza barriere

Una caratteristica del nuovo spazio inaugurato a Como è l’assenza di barriere: sono state adottate numerose soluzioni tecniche per adattare lo spazio alle varie disabilità come le etichette in braille, la lettura delle etichette attraverso forme e colori, un arredamento e percorsi adeguati ai clienti con mobilità ridotta.

ragazzi disabili

Oltre a questo negozio, ‘for and from’ Inditex possiede altri quattordici negozi in Spagna, tutti gestiti da organizzazioni sociali specializzate nell’integrazione di persone con disabilità come Fundación Molí d’en Puigvert, Confederación Galega de Persoas con Discapacidade (COGAMI), Asociación Pro-Discapacitados Psíquicos de Alicante (APSA), Moltacte e Fundación Prodis.

 

Fonte: Lombardia Notizie

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali