You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli Notizie A Ludwigsburg nel Baden-Württemberg al via gli incontri per il rilancio del turismo e dell’agroalimentare lombardo
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

A Ludwigsburg nel Baden-Württemberg al via gli incontri per il rilancio del turismo e dell’agroalimentare lombardo

Milano, 18 gennaio 2019 – Hanno preso il via oggi a Ludwigsburg, nel Land del Baden-Württemberg (Stoccarda), gli incontri di una delegazione del Consiglio regionale, guidata dai Consiglieri Segretari Giovanni Malanchini (Lega) e Dario Violi (M5S), con i vertici istituzionali della città e della Camera di Commercio e Industria, della Camera dell'Artigianato e della Federazione degli Agricoltori, i responsabili degli enti di promozione turistica della città e della provincia di Ludwigsburg e il Direttore del Festival (Schlossfestspiele) di Ludwigsburg, Comune di Hemmingen.

La missione, organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Bergamo, la Provincia di Bergamo e Visit Bergamo , con il coordinamento operativo di PromoSerio, ha l’obiettivo di consolidare le relazioni economiche e commerciali a livello istituzionale e fan nascere nuove occasione di sviluppo con  la bergamasca.


In agenda i rapporti commerciali e i primati nel settore agricolo della provincia di Bergamo, soprattutto nel comparto lattiero-casario, e le sue nove etichette DOP di formaggi. Tra l’altro proprio Bergamo quest’anno ospiterà il World Chese Awards , manifestazione internazionale che premia i migliori formaggi al mondo e che rappresenta una vetrina importantissima per il rilancio e conoscenza del territorio regionale e delle sue pecularità. Le eccellenze dell’agroalimentare  bergamasca infatti si affiancano alle tante DOP che la Lombardia può vantare, l’80% delle quali riguardano i formaggi mentre il resto ‘sono prodotti a base di carne: una vera ricchezza che per la nostra Regione  che vale un giro d’affari di 6,4 miliardi all’anno.

“La Lombardia – ha detto Giovanni Malanchini - guarda sempre con favore allo sviluppo di relazioni europee che partano dal “basso”, dai comuni, dalle province, perché sviluppano il principio di sussidiarietà nella sua interezza.  In questo senso i gemellaggi sono uno strumento  di confronto, di creazione di un’identità comune, attraverso lo scambio e la valorizzazione delle diversità e rappresentano la ricchezza del continente. I gemellaggi aiutano dunque a costruire un‘ Europa dei popoli autenticamente unita”. 
Malanchini ha poi voluto evidenziare il ruolo della Lombardia nell’Associazione “Quattro Motori d’Europa”, che oltre la nostra regione comprende la Catalogna, il Rhone-Ales (Lione) e proprio il Baden-Württemberg e che, in vista del passaggio della Presidenza dalla Regione di Stoccarda alla Lombardia, “rappresenterà un elemento strategico per incrementare i momenti di confronto e di consolidamento dei rapporti tra le realtà che in Europa rappresentano il 10% della ricchezza europea e che puntano alla valorizzazione delle diversità, vera ricchezza del vecchio continente”

“L’invito odierno da parte dei rappresentanti della provincia del Ludwigsburg in Baden-Württemberg – ha sottolineato Dario Violi - è fondamentale per mantenere i rapporti e rafforzare le attività di cooperazione culturale, turistica e agroalimentare tra territori. Questo incontro è un modo per presentare le eccellenze regionali dei nostri prodotti agricoli e alimentari, anche a seguito della Dichiarazione congiunta dei Quattro Motori d’Europa che lo scorso novembre ha sancito lo sviluppo di una Politica Agricola Comune volta alla qualità. Il 2019 vedrà la Lombardia protagonista, poiché assumerà la presidenza dei Quattro Motori d’Europa, dando il via a numerosi occasioni di confronto e di scambio delle relazioni economiche e culturali. Anche per questo sono molto orgoglioso che un formaggio bergamasco (Baffalo Blu del Caseificio Defendi) sia nella top ten mondiale dei World Cheese Awards, la cui prossima edizione si terrà proprio a Bergamo ad ottobre 2019.”

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali