Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli L'Istituzione Incontro tra il Presidente Boni e il Presidente del parlamento del Baden Wurttemberg
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Incontro tra il Presidente Boni e il Presidente del parlamento del Baden Wurttemberg

Il Presidente del Consiglio regionale Davide Boni ha ricevuto in visita di cortesia nel Palazzo del Consiglio regionale il Presidente del parlamento del Baden-Wurttemberg Willi Stachele. Nel corso del colloquio, sono stati trattati i temi dei rapporti tra i due parlamenti regionali e si sono toccate le questioni riguardanti l’autonomia e il federalismo fiscale.

Il Presidente del Consiglio regionale Davide Boni ha ricevuto stamane in visita di cortesia nel Palazzo del Consiglio regionale  il Presidente del parlamento del Baden-Wurttemberg  Willi Stachele. Nel corso del colloquio, sono stati trattati i temi dei rapporti tra i due parlamenti regionali e si sono toccate le questioni riguardanti l’autonomia e il federalismo fiscale.

Il Baden Wurttemberg è uno dei sedici Land della Repubblica federale tedesca e fa parte con la Lombardia, la Catalogna e il Rhone- Alpes dei cosiddetti “Quattro motori d’Europa”, le Regioni più ricche e dinamiche del vecchio continente.

“L’incontro di oggi – ha detto il Presidente Boni – va inquadrato nell’avvio di un’intesa più stretta tra il Consiglio regionale e i parlamenti regionali europei, soprattutto quelli del club dei “Motori d’Europa”. Il Baden Wurttemberg, che rappresenta la regione di Stoccarda, è infatti uno dei Land più importanti della Repubblica federale tedesca e con il suo parlamento vogliamo arrivare quanto prima a firmare protocolli d’intesa per dare il via a dei rapporti di collaborazione molto stretti perché le  analogie tra noi sono tante. Con il collega Stachele ho avuto modo di ragionare anche sulle prese di posizione assunte dalla Germania nelle ultime ore riguardanti l’acquisto dei Btp italiani e più in generale sulle considerazioni che all’estero si ha delle nostre Regioni. La Lombardia su questo non può ricevere lezioni da nessuno: siamo la Regione più virtuosa e, conti alla mano, anche la più penalizzata. Proprio ieri – ha aggiunto il Presidente Boni -  un giornale ha pubblicato una tabella che conferma, ancora una volta, come la spesa pubblica che pesa non è in Lombardia né in nessuna altra Regione del Nord ma al Sud. E’ora che su questa questione si inizi a ragionare seriamente. Proprio per questo ho intenzione di sollevare ufficialmente il problema domani nel corso dell’incontro con il Presidente Napolitano”.

Sollecitato dai giornalisti sulla ripresa dei lavori, il Presidente Boni a poi sottolineato che ci sono due questioni come  la situazione economica e il taglio ai costi della politica che richiedono attenzioni e decisioni: “Sull’economia dobbiamo fare il massimo anche per cercare di dare più forza a un inizio di ripresa che gli ultimi dati sulla situazione congiunturale nella nostra regionale stanno evidenziando. Sui tagli ai costi della politica è arrivato in momento di agire. La Lombardia non ha sprechi, ma anche da noi si può ottimizzare e risparmiare”. 

 

Ufficio Stampa Consiglio Regionale

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…