Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli La Politica 66° anniversario Polizia di Stato. Presidente Alessandro Fermi: “Un grande grazie per essere da sempre ogni giorno al servizio dei cittadini”
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

66° anniversario Polizia di Stato. Presidente Alessandro Fermi: “Un grande grazie per essere da sempre ogni giorno al servizio dei cittadini”

Milano 10 aprile 2018 - “Celebriamo oggi l’anniversario della fondazione della Polizia di Stato all’insegna di una sola, semplice parola: grazie! A tutti gli uomini e le donne dell’amministrazione di pubblica sicurezza va la gratitudine dell’istituzione regionale e di tutto il Consiglio regionale per il loro “esserci sempre”, nonostante spesso debbano fronteggiare difficoltà di organico a fronte di richieste e necessità di intervento sempre più numerose e complesse

 

di Daniele Marconcini

 

La sicurezza del cittadino e la tutela dell’ordine pubblico, la prevenzione e la repressione dei reati, rimangono le priorità della Polizia di Stato che tutti i giorni riesce a essere sempre presente, garantendo una maggiore percezione di sicurezza e mettendo al centro del proprio operato il cittadino, rendendolo sempre più parte attiva di quella “sicurezza partecipata” obiettivo fondamentale da perseguire giorno per giorno”.

 

Lo sottolinea il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi (Forza Italia), che è intervenuto alle celebrazioni del 166 anniversario della Polizia di Stato in corso a Milano in piazza Duca D’Aosta e che si concluderanno alle 19.45 con il concerto della Fanfara della Polizia.

 

 

Nelle fotografie allegate, un momento della cerimonia e il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi con il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana. Fonte e foto: Struttura Stampa Regione Lombardia - Il Consiglio

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Votare il 4 marzo? E’ importante, ne vale la pena.

Il tempo stringe: scade il primo marzo alle 16 (ora locale) il termine ultimo entro cui le schede votate dai nostri connazionali residenti all’estero devono arrivare presso i rispettivi consolati. continua>>
Altro…