Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli La Politica Autonomia, Maroni al Tavolo di confronto fra Regioni e Governo: giovedì aspettiamo prime risposte
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Autonomia, Maroni al Tavolo di confronto fra Regioni e Governo: giovedì aspettiamo prime risposte

Milano 28 novembre 2017 - Dopo l'apertura dei primi due tavoli di confronto, quello di Bologna e quello di Milano, le materie oggetto di trattativa con il Governo sono già 12

Giovedì si aprirà anche il tavolo a Roma, nel quale ci aspettiamo le prime risposte da parte di Palazzo Chigi su quanto abbiamo iniziato a discutere nelle settimane passate e procederemo anche a ragionare sulle rimanenti 11 materie delle 23 richieste". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, durante la conferenza stampa dopo giunta che si è tenuta a Palazzo Pirelli.

Mantengo la mia posizione di ottimismo", ha osservato il Governatore "e mantengo - ha sottolineato - la mia posizione di impegno a concludere entro dicembre il tema della materie, per poi passare, a gennaio, ad affrontare quello delle risorse".

Noi siamo rappresentativi, ma bene se anche il Sud partecipa. La Campania ha chiesto di partecipare, ma giustamente il sottosegretario Bressa ha fatto presente al mio amico De Luca che non basta una lettera, perché bisogna mettere in moto una procedura in Consiglio regionale. Il governatore della Puglia Emiliano, invece, ci sta pensando. Io sono molto interessato che una Regione del Sud partecipi. Altre realtà non mi risulta si siano fatte avanti, ma va bene così. Lombardia, Emilia-Romagna e presto, mi auguro, anche il Veneto, sono già un blocco di Regioni che può fare la differenza".

Così ha aggiunto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, a margine della conferenza stampa dopo Giunta, rispondendo alle domande dei cronisti che gli hanno chiesto un'opinione circa un eventuale ampliamento del tavolo di confronto fra Regioni e Governo sul tema dell'autonomia. Fonte: Lnews

di Maurizio Pavani
Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…