Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Consiglio Regionale Articoli La Politica Lombardia: proposta di Risoluzione sull’Autonomia, in corso dibattito generale. Nel pomeriggio l’esame degli emendamenti e il voto finale
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Lombardia: proposta di Risoluzione sull’Autonomia, in corso dibattito generale. Nel pomeriggio l’esame degli emendamenti e il voto finale

Il relatore Carlo Malvezzi: “Con il regionalismo differenziato diamo attuazione a un federalismo dell’efficienza”

Milano, 7 novembre 2017 – Ringraziando gruppi consiliari, Commissioni e funzionari del Consiglio regionale, il Presidente Raffaele Cattaneo ha aperto questa mattina la seduta consiliare sottolineando che “quello di oggi per il Consiglio regionale è un passaggio importante che corona un percorso partecipato e sentito che ha coinvolto la popolazione lombarda e la nostra istituzione e riguarda direttamente la vita dei cittadini e i servizi della Regione e degli enti locali. Il confronto di questi giorni all’interno del gruppo di lavoro e delle Commissioni ci ha consentito di giungere a un testo ampiamente condiviso, dimostrando il grande senso di responsabilità che ha contraddistinto i nostri lavori”.

Nell’illustrare la proposta di Risoluzione, il relatore e Presidente della Commissione Affari istituzionali Carlo Malvezzi ha evidenziato come “il principio del regionalismo differenziato rappresenta nella sua concreta realizzazione l’attuazione diretta dei principi del riconoscimento e della promozione delle autonomie: solo la piena applicazione di questo principio può valorizzare l’azione sinergica di Comuni, Province, Città metropolitana e Regione, potenziando la capacità finanziaria in particolare di Comuni e Province nella gestione delle rispettive funzioni amministrative e alimentando un “federalismo dell’efficienza” in grado di aumentare la capacità pubblica di rispondere adeguatamente alle esigenze di cittadini, imprese e realtà sociali. La forma più autentica di autonomia –ha aggiunto Malvezzi- potrà essere raggiunta solo se saremo capaci di garantire maggiore libertà alle persone, alle famiglie e alle imprese, che lo Stato e le istituzioni hanno il compito di valorizzare e servire”.

Nella sua relazione, il Presidente della Commissione Affari istituzionali ha infine sottolineato come “la Lombardia costituisce, in ragione delle sue peculiari e speciali caratteristiche, una realtà matura per sperimentare forme e condizioni particolari di autonomia. Regione Lombardia vuole cogliere questa opportunità, consapevole che dal Governo sono giunti finalmente negli ultimi giorni segnali di apertura, che con il consueto pragmatismo lombardo vogliamo ora verificare in concreto”.

 

Dopo l’intervento di Malvezzi, è cominciato il dibattito generale che ha visto gli interventi di numerosi Consiglieri regionali. I lavori dell’Aula riprenderanno questo pomeriggio alle ore 14.30 con gli interventi degli ultimi 7 Consiglieri iscritti a parlare e con gli interventi dei rappresentanti della Giunta regionale. Seguiranno il voto sugli emendamenti (69 quelli depositati, già oggetto ieri di analisi in sede di gruppo di lavoro), le dichiarazioni di voto dei gruppi consiliari e la votazione finale.

 

(FONTE Ufficio Stampa Consiglio Regione Lombardia)

Il relatore Carlo Malvezzi: “Con il regionalismo differenziato diamo attuazione a un federalismo dell’efficienza
Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…