Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Nord America Articoli Dal mondo economico, istituzionale e sociale Maroni, per Malpensa futuro di “preclearance” con gli Stati Uniti
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Maroni, per Malpensa futuro di “preclearance” con gli Stati Uniti

Milano 29 novembre 2017 - a Palazzo Lombardia, il Presidente Maroni ha ricevuto Elizabeth Lee Martinez, console generale degli Stati Uniti a Milano. Tra gli argomenti: le prospettive di collaborazione sul 'World Manufacturing Forum' e il tavolo di lavoro su Malpensa con il “preclearance” per i passeggeri diretti negli USA

"E' stato un incontro molto cordiale, nel corso del quale abbiamo riconfermato i rapporti di stretta amicizia che ci legano agli Stati Uniti d'America". Lo fa sapere il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni che - insieme al vice-presidente, Fabrizio Sala - ha ricevuto nel suo ufficio di Palazzo Lombardia, Elizabeth Lee Martinez, console generale degli Stati Uniti a Milano.

"Questo incontro - ha commentato il governatore - è stato anche l'occasione per approfondire insieme "l'intenzione di dare vita a una serie di iniziative comuni, a partire dalle prospettive di collaborazione sul 'World Manufacturing Forum' che ospiteremo qui in Lombardia a partire dall'anno prossimo".

"Un altro tema di cui abbiamo discusso, è stato quello dei collegamenti. Il console - fa sapere - mi ha confermato che l'aeroporto di Malpensa è stato scelto dagli Usa per effettuare il 'preclearance' prima della partenza, cioè i controlli sui passeggeri verranno effettuati direttamente nel nostro scalo e una volta atterrati negli Stati Uniti si potranno evitare code e verifiche. Il tavolo di lavoro è già stato avviato e una volta introdotta questa possibilità, Malpensa sarà ancora più attrattiva per i voli, soprattutto quelli 'business', da tutta Europa". (Fonte e foto Lnews)

di Maurizio Pavani

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…